Marrocco, Dante Bruno

Dizionario degli storici meridionali

Dante Bruno Marrocco (Piedimonte Matese, 16 dicembre 1915 – Piedimonte Matese, 5 aprile 2006) è stato uno storico, docente e dirigente scolastico, specialista della storia del Matese e del Medio Volturno.

Nato da Raffaele e Anna Carullo, il 19 giugno 1940 ha conseguito la laurea in Lettere presso la Regia Università di Napoli e, presso la stessa Università, il 3 dicembre 1941, la laurea in Filosofia. Nel 1943 ha ottenuto l’abilitazione in Lettere Italiane, Storia e Geografia per le scuole professionali, e l’abilitazione in Filosofia Storia ed Economia politica per i Licei ed istituti magistrali. Dall’ottobre 1942 al giugno 1946 ha insegnato Storia e Filosofia presso il liceo parificato “San Tommaso” di Piedimonte.
Nel 1955 ha vinto il concorso per materie letterarie nelle scuole di avviamento professionale, venendo destinato a Napoli alla scuola di avviamento “G. Della Porta”. Nel 1958, dietro sua richiesta, veniva trasferito a Piedimonte, sua città natale e di residenza, alla scuola di avviamento “G. Ferraris”. Nello stesso anno veniva incaricato del corso di cultura regionale, tenuto a Piedimonte dall’A.I.M.C., e successivamente (1963) del corso di Psicopedagogia e ricuperabilità dei minori tenuto dall’A.P.S.E., entrambi autorizzati dal ministero della Pubblica Istruzione. È Stato incaricato della presidenza nelle scuole di avviamento professionale, negli anni 1960-61 in Piedimonte, e nell’ottobre 1962 in Vairano Patenora (CE).
Con la soppressione di tali scuole, è passato ad insegnare nelle scuole Medie di Piedimonte. Risultato vincitore di concorso per l’insegnamento di Filosofia e Storia nei licei, col 1° ottobre 1965, è passato ad insegnare Pedagogia presso l’istituto magistrale “S. Pizzi” di Capua. Nel 1966, dietro sua richiesta, veniva trasferito alla cattedra di Storia e Filosofia nel liceo scientifico di Caserta, presso la sezione staccata di Piedimonte. Nel 1967 risultava vincitore di concorso per Preside di scuola Media e destinato a Mignano Montelungo. Il 26 ottobre 1968 veniva nominato preside del liceo scientifico di Piedimonte con le sezioni staccate di Caiazzo e di Vairano Patenora. Varie volte è stato nominato dal Provveditorato di Caserta componente di commissione esaminatrice.
Oltre al campo scolastico, il 12 gennaio 1949 ha avuto le nomine di Ispettore onorario ai Monumenti per le opere di antichità e di arte e di Ispettore onorario Bibliografico. Pure nel 1949, è stato nominato, dal comune di Piedimonte, direttore del Museo Civico e della biblioteca annessa. Ha partecipato ai congressi di Archeologia banditi dall’Associazione Nazionale Musei, svolgendo nel 1952 una mozione sui Musei di enti locali. Ha diretto vari scavi archeologici, e restauri di edifici monumentali, nonché riordinamenti di archivi privati nel territorio del Medio Volturno.
È membro dell’Istituto di Studi Romani dal 1949, e della Società Napoletana di Storia Patria dal 1963. Nel giugno 1965 ha ripristinato l’Associazione Storica del Sannio Alifano, già operante dal 1915 al 1923, che dall’ottobre 1974 viene denominata del Medio Volturno, divenuta nel 1977 anche casa editrice e libreria. Da allora ne ha ricoperto la carica di presidente. Ha stipulato l’atto di donazione del fabbricato di sua proprietà all’A.S.M.V. che in tal modo, nel 1981, ha ottenuto la personalità giuridica corrispondente all’ente morale. Sono nate varie attività nella sede sociale: mostre, conferenze e concerti, convegni di studi e corsi di cultura per l’emittente locale Telematese. Tali attività sono state svolte anche in altri paesi del Medio Volturno.
A testimonianza di avvenimenti e personalità ha curato il testo delle seguenti lapidi:
1. A Ottavio M. Chiarizia o. p. precursore dell'idea dell'Unione Europea, in Piedimonte nel chiostro di San Domenico (1982); 2. A Luigi Palmieri, geofisico, a Faicchio (1984); 3. A Niccolò Alunno, politico del '300, ad Alife (1985); 4. Ad Alfredo Romano, storico, a Solopaca (1988); 5. In Ricordo della venuta di Re Carlo III, in Piedimonte, nel Palazzo Ducale (1989); 6. In Ricordo dell'incontro di Re Carlo I e di Papa Gregorio X a Vairano, nel castello (1989); 7. A Giuseppe Cassella, astronomo, a Cusano Mutri (1990); 8. In ricordo del bimillenario della Colonia Giulia, a Venafro (1991); 9. A Nicola Covelli, scienziato, a Caiazzo (1992); 10. Ad Abele De Blasio, antropologo, a Guardia Sanframondi (1993). A queste va aggiunta quella murata nella sede dell'ASMV.
Per i suoi studi sull’Italia Meridionale nel periodo spagnolo, dal 18 marzo 1976 è membro della Real Accademia Ispano-Americana de Cadiz. È stato ricevuto pure nella Associacion Cultural Italo-Ispanica de Madrid; nell’Instituto de estudios del Sur de Espana en Barcelona, ed è citato nel Repertorio de Medievalismo ispanico dell’Instituto de Historia medieval de Espana de la Universidad de Barcelona. È stato anche associato agli amici della Spagna di Napoli. Nel Messico fa parte della Accademia de Heraldica y Genealogia de Guadalajara (Jalisco).
Ha pubblicato quanto segue.
Monografie:
1. L'Antica Alife (1951); 2. Piedimonte Matese (I ediz. 1961, II ediz. 1980, III ediz. 1999); 3. La luogotenenza in Sicilia del duca di Laurenzana (Piedimonte, 1963); Lettere (1964); 4. Roma e Costantinopoli e le chiese del Regno (1963); 5. L'Arte nel Medio Volturno (1964); 6. Gli Arcani Historici di Niccolò di Alife (1965); 7. Re Carlo III di Angiò Durazzo (1967); 8. La Guerra nel Medio Volturno nel 1943 (1974); 9. Il Vescovato Alifano nel Medio Volturno (1979); 10. La Guida del Medio Volturno (1985).
Quaderni di Cultura:
1. Ruggero II e Rainulfo di Alife (1951); 2. Il Canzoniere di Ludovico Paterno (1951); 3. Il titolo di città a Piedimonte (1951); 4. L’Abbazia di San Salvatore di Telese ((1951); 5. Pergamene e manoscritti del Museo Alifano (1962); 6. Gli statuti di Telese (1962); 7. Riflessioni sui capitoli di Papa Onorio IV (1963); 8. Il cardinale Antonio Gaetani Patriarca di Aquilea (1963); 9. Il feudo ecclesiastico di Carattano (1963); 10. Il distretto di Piedimonte alla vigilia del 1860 (1963); 11. Monsignor Di Giacomo, un vescovo nel Risorgimento (1963); 12. Il monastero di S. Maria in Cingla (1964); 13. Gli Statuti di Piedimonte (1964); 14. Il saccheggio di Piedimonte nel 1799 (1965);
15. Atti amministrativi dei secoli XV e XVI in Piedimonte (1965); 16. Pergamene di Casa Sanframondi (1965); 17. Il patrimonio feudale in Alife alla fine del ‘700 (1967); 18. Il P. Ottavio Chiarizia o. p. e l’unione degli stati europei (1982); 19. L’Associazione Storica dal 1915 al 1985 (1986); 20. Leopardi studiato, dipinto e musicato nel M. V. (1987)
Documenti per la storia dei Paesi del Medio Volturno:
1. Una colonia di Albanesi e di Ebrei in Alife nel secolo XVI (1963); 2. Il Vicerè Toledo istituisce una fiera in Gioia di Terra di Lavoro (1963); 3. Sul decreto d’infeudazione di Alife a Pasquale Diaz Garlon (1963); 4. L’Ordine Gerosolimitano in Alife (1964); 5. Una donazione di Diopoldo (Goffredo) di Dragoni (1964); 6. Documenti della basilica di San Ferrante in Alvignano (1964); 7. Bonifacio IX per i Domenicani di Piedimonte (1965); 8. Sul Decreto d’infeudazione di Piedimonte a Prospero Colonna (1965); 9. Un Breve pontificio per il matrimonio Pandone-Capuano (1965); 10. L’antico calendario liturgico della diocesi di Caiazzo (1966); 11. I Governatori di Alife dal 1589 al 1687 (1967); 12. Una lettera inedita di San Carlo Borromeo (1967); 13. Documenti della basilica di Santa Maria Maggiore in Piedimonte (1967); 14. I capitànei di Caiazzo (1967); 15. Un decreto di Re Ladislao per la burocrazia (1967); 16. Pio XII proclama basilica S. Maria Maggiore in Piedimonte (1976); 17. La Bolla di fondazione del Seminario Alifano a Castello (1976); 18. La Bolla di fondazione della chiesa dell’Ascensione in San Potito (1976); 19. La Bolla di fondazione della Recettizia in Sant’Angelo (1976); 20. La bolla della Collegiata di San Martino a Cerreto (1978); 21. La Bolla di fondazione delle Clarisse di Caiazzo (1984); 22. La disciplina dei dazi a Triverno presso Venafro (1993); 23. L’epitaffio all’inizio della via Piedimonte-Napoli (1994); 24. Il titolo di nobiltà ai De Clavellis di Piedimonte (1994).
Articoli su stampe varie:
1. L'Arcadia nel Sannio: Aurora Sanseverino (Samnium, 1952); 2. Breve storia dell'epigrafia alifana (Samnium, 1959); 3. Pedagogia moderna e dogma cattolico (Opuscolo personale); 4. Modifiche statutarie in Alife (Samnium, 1962); 5. Il padre Ottavio Maria Chiarizia o. p. precursore dell'idea dell'Unione Europea (Memorie Domenicane, 1963); 6. Tre lettere inedite di Giuseppe Toniolo a Giacomo Vitale (Studi economici e sociali, 1966); 7. Sebastiano Guidi e l'omeopatia in Francia (Annuario ASMV 1966); 8. Le ceramiche di Cerreto (Annuario ASMV 1968); 9. Topografia di Alife romana (Rassegna Storica dei Comuni, 1969); 10. La mostra di storia dell'Astronomia (Annuario del Liceo Scientifico di Piedimonte, 1969); 11. Il latino nei Licei Scientifici (Annuario del Liceo Scientifico di Piedimonte, 1970); 12. Sull'origine del nome di Sant'Agata dei Goti (Rassegna Storica dei Comuni, 1970); 13. La scuola scientifica nel mondo e in Italia (Annuario del Liceo Scientifico di Piedimonte, 1971); 14. Proposte ed aggiunte al piano paesistico del Matese (opuscolo personale); 15. Il Clero di San Germano e l'abbazia di Montecassino (Rivista di Letteratura e Storia Ecclesiastica, 1971); 16. Sulla genealogia dei Sanframondo (Annuario ASMV 1971); 17. Per una scuola secondaria senza sovrastrutture (Annuario del Liceo Scientifico di Piedimonte, 1972); 18. Sulla didattica delle discipline morali e scientifiche nel Liceo Scientifico (Annuario del Liceo Scientifico di Piedimonte, 1973); 19. Note storiche sulla contea di Alife (Annuario ASMV 1975); 20. Il Quaternus Reddituum Civitatis Thelesie (Annuario ASMV 1977); 21. Le Pive del Sannio (Annuario ASMV 1979); 22. Tre agglomerati per lo sviluppo industriale del Medio Volturno (Almanacco ASMV 1981); 23. Documentazione Storico-Liturgica su S. Stefano di Caiazzo (Annuario ASMV 1981); 24. L'opera giuridica di Vincenzo De Franchis (Annuario ASMV 1983); 25. L'opera letteraria di Enrico M. Fusco (Annuario ASMV 1986); 26. L'archivio storico del Sannio Alifano (Annuario ASMV 1989); 27. I centouno anni di Gaetano Bocchetti (Annuario ASMV 1989)
28. La colonizzazione romana intorno al Matese (Annuario ASMV 1991); 29. Le grotte sacre del Medio Volturno (Annuario ASMV 1993); 30. Il Matese visto da Trutta (Quaderno di Cultura ASMV n. 22, 1994); 31. Un grande di Spagna a Piedimonte (Annuario ASMV 1997); 32. L'antica Piedimonte (Annuario ASMV 1998); 33. La poesia latina di Michele Di Muccio (Annuario ASMV 1999); 34. Aurora Sanseverino Gaetani (Annuario ASMV 2000).
Turistici:
1. Guida di Piedimonte Matese, Castello Matese, San Gregorio Matese (I ediz. 1978, II ediz. 1997); 2. Il cammino della Storia e dell'Arte a Piedimonte (Piedimonte Matese - Immagini, 1987); 3. Storia e arte sul Matese (Il Matese, Casa Editrice Fiorentino, 1994).
Commemorativi:
1. Ricordo di Giovanni Caso (1961); 2. Giacomo Vitale (1964); 3. Giovanni Petella (1965); 4. Angelo Scorciarini Coppola (1967).
Oltre alla ricerche storiche, il prof. Dante B. Marrocco, ha anche collaborato alle antologie del Medio Volturno pubblicando sulla prima (1976) Sul Miletto aspettando il sole, e sulla seconda (1981) Soliloquio di Ponzio Telesino (con lo pseudonimo di Bruno Carullo), in ultimo ha pubblicato una raccolta di poesie Versi.
Sono pure da aggiungere le numerose corrispondenze pubblicate sul Il Mattino, Roma ed altri quotidiani e periodici, nonché vari articoli sull'Osservatore Romano.

ARTICLE WRITTEN BY ASMV | STORIADELLACAMPANIA.IT © 2021

Hinc felix illa Campania est, ab hoc sinu incipiunt vitiferi colles et temulentia nobilis suco per omnis terras incluto, atque (ut vetere dixere) summum Liberi Patris cum Cerere certamen. Hinc Setini et Caecubi protenduntur agri. His iunguntur Falerni, Caleni. Dein consurgunt Massici, Gaurani, Surrentinique montes. Ibi Leburini campi sternuntur et in delicias alicae politur messis. Haec litora fontibus calidis rigantur, praeterque cetera in toto mari conchylio et pisce nobili adnotantur. Nusquam generosior oleae liquor est, hoc quoque certamen humanae voluptatis. Tenuere Osci, Graeci, Umbri, Tusci, Campani.
[Plinius Sen., "Nat. Hist." III, 60]

CLORI%20Botticelli%20header%203.jpg

Dizionario degli storici meridionali
Storia della Campania. Risorse in rete per la storia del territorio e del patrimonio culturale
Edizioni CLORI | Firenze | ISBN 978-8894241686 | DOI 10.5281/zenodo.4039809

COME CITARE | CODICE ETICO | NORME REDAZIONALI | CREDITI E CONTATTI

The content of this website is licensed under Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) License