Menale, Umberto

Dizionario biografico dei legionari fiumani provenienti dalla Campania

di Roberto Di Lorenzo

Nacque il 28 settembre 1899 a Napoli. Le informazioni in merito sia alle proprie caratteristiche fisiche sia al servizio prestato tra le file dei legionari di Fiume ci provengono dalla sua missiva scritta all’Associazione Nazionale Combattenti Ufficio Stralcio Milizie Fiumane, con numero di protocollo 7252. Il suo aspetto fisico aveva le caratteristiche seguenti: altezza di 155 cm, capelli castani e nessun segno particolare. Gli aspetti che più ci interessano riguardano la sua permanenza tra i legionari. Si arruolò il 17 settembre 1919, raggiungendo il grado di caporale. Inizialmente appartenente al 40° Reggimento Fanteria, fu successivamente trasferito nei ranghi del Battaglione Randaccio sotto gli ordini del Capitano Vittorio Caliceti. Il Caporale Menale si congedò il 5 maggio 1921. Per i servizi resi fu insignito delle seguenti onorificenze: decorazione della Campagna di guerra Italo-Austriaca, Medaglia della Vittoria, Medaglia commemorativa e Medaglia di Ronchi. A dare attestazione di ciò è l’ex Comandante del Battaglione Giovanni Randaccio, il capitano Vittorio Caliceti, con telegramma del 29/5/ 1936 proveniente dal Patronato Nazionale per l’Assistenza Sociale, sede di Bologna. Con tale telegramma si attestava che il Caporale Menale aveva prestato servizio "con fedeltà ed onore".

Fonti e bibliografia

  • Gardone Riviera (BS), Archivi del Vittoriale degli Italiani, Archivio Fiumano, serie legionari pratiche definite, cartella 21/1617 «Menale Umberto».
  • Gardone Riviera (BS), Archivi del Vittoriale degli Italiani, Archivio Fiumano, serie corrispondenze, cartella «Menale Umberto».

PAGE CREATED BY ROBERTO DI LORENZO | STORIADELLACAMPANIA.IT © 2022

Hinc felix illa Campania est, ab hoc sinu incipiunt vitiferi colles et temulentia nobilis suco per omnis terras incluto, atque (ut vetere dixere) summum Liberi Patris cum Cerere certamen. Hinc Setini et Caecubi protenduntur agri. His iunguntur Falerni, Caleni. Dein consurgunt Massici, Gaurani, Surrentinique montes. Ibi Leburini campi sternuntur et in delicias alicae politur messis. Haec litora fontibus calidis rigantur, praeterque cetera in toto mari conchylio et pisce nobili adnotantur. Nusquam generosior oleae liquor est, hoc quoque certamen humanae voluptatis. Tenuere Osci, Graeci, Umbri, Tusci, Campani.
[Plinius Sen., "Nat. Hist." III, 60]

CLORI%20Botticelli%20header%203.jpg

Dizionario biografico dei legionari fiumani provenienti dalla Campania
Storia della Campania. Risorse in rete per la storia del territorio e del patrimonio culturale
Edizioni CLORI | Firenze | ISBN 978-8894241686 | DOI 10.5281/zenodo.3901238

COME CITARE | CODICE ETICO | NORME REDAZIONALI | CREDITI E CONTATTI

The content of this website is licensed under Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) License