Santucci, Fiore

Dizionario biografico dei legionari fiumani provenienti dalla Campania

di Alessandro Dainese

Nacque nel 1898 a San Giorgio la Montagna (ora San Giorgio del Sannio), in provincia di Benevento, da Saverio e Margherita Conte. Appartenente al 25° Distretto Militare (Benevento), si arruolò nel 14° Reggimento Fanteria, conseguendo il grado di caporale. In una lettera del 17 maggio 1929, timbrata dall’Associazione Nazionale Combattenti, Sezione di Calvi (Benevento) e indirizzata all’ Onorevole Ministero delle Finanze, Direzione Generale pensioni dirette di Guerra, si legge che egli, al rimpatrio dalla prigionia in Austria, mentre stava a Gossolengo (Piacenza), ammalatosi di pleurite, fu ricoverato nell’Ospedale Militare Principale di Piacenza il 21 novembre 1918 e vi rimase fino al 24 dicembre del medesimo anno, subendo due operazioni. In seguito agli interventi, venne inviato a casa con quaranta giorni di convalescenza. Ciò gli avrebbe prima provocato dei lievi rantoli, che in breve sarebbero degenerati in dolori acuti e relativa tosse, «tanto persistenti da non poter accudire ai lavori di aggiustatore meccanico» che esercitava. Dunque, egli richiedeva al Ministero di poter essere sottoposto a visita medica collegiale per verificare questa sua condizione permanente. Il Ministero, con Decreto n° 478199/66715 respinse la domanda per la liquidazione di pensione privilegiata di Guerra, da lui presentata. La decisione venne presa in virtù del fatto che la domanda per la pensione avrebbe dovuto essere presentata non oltre il termine perentorio del 31 dicembre 1923 (prorogato per gli ex militari dell’Esercito Italiano al 30 settembre 1926), in applicazione dell’art.59 del Regio Decreto 12-7-1923 n° 1491 e 3-11-1921 n° 1734. In questo caso, invece, tale condizione non si era verificata, in quanto la domanda dell’interessato risultava presentata il 21-5-1928, né risultava che altra domanda tendente allo stesso scopo fosse stata presentata in tempo utile ad uffici autorizzati a riceverla. Infine, in una lettera a Gabriele D’Annunzio del 25 agosto 1929 dichiarò che per il momento «il sottoscritto non ha a chi santo rivolgersi». Dunque l’unica soluzione fu rivolgersi al proprio «amato e indimenticabile Comandante» ai cui ordini aveva militato durante l’Impresa Fiumana, affinché costui «qualora lo riterrà opportuno e sempre nei limiti del possibile», avesse portato avanti la sua causa al cospetto delle autorità competenti. L’epistola si chiudeva con un’espressione di gratitudine dell’ex Legionario Santucci, certo che il suo Comandante si fosse impegnato «a pro di un suo fedele subordinato Legionario sempre pronto ai suoi ordini».

Fonti e bibliografia

  • Gardone Riviera (BS), Archivi del Vittoriale degli Italiani, Archivio Fiumano, serie corrispondenze, cartella 3946 «Fiore Santucci».
  • Mario Carli, Con D'Annunzio a Fiume, Facchi, Milano 1920.
  • Mario D'Annunzio, Mio padre comandante di Fiume, Siglaeffe, Genova 1956.
  • Lucy Hughes-Hallett, Gabriele d'Annunzio: l'uomo, il poeta, il sogno di una vita come opera d'arte, Rizzoli, Milano 2014 (2013).

PAGE CREATED BY ALESSANDRO DAINESE | STORIADELLACAMPANIA.IT © 2020

Hinc felix illa Campania est, ab hoc sinu incipiunt vitiferi colles et temulentia nobilis suco per omnis terras incluto, atque (ut vetere dixere) summum Liberi Patris cum Cerere certamen. Hinc Setini et Caecubi protenduntur agri. His iunguntur Falerni, Caleni. Dein consurgunt Massici, Gaurani, Surrentinique montes. Ibi Leburini campi sternuntur et in delicias alicae politur messis. Haec litora fontibus calidis rigantur, praeterque cetera in toto mari conchylio et pisce nobili adnotantur. Nusquam generosior oleae liquor est, hoc quoque certamen humanae voluptatis. Tenuere Osci, Graeci, Umbri, Tusci, Campani.
[Plinius Sen., "Nat. Hist." III, 60]

CLORI%20Botticelli%20header%203.jpg

Dizionario biografico dei legionari fiumani provenienti dalla Campania
Storia della Campania. Risorse in rete per la storia del territorio e del patrimonio culturale
Edizioni CLORI | Firenze | ISBN 978-8894241686 | DOI 10.5281/zenodo.3901238

COME CITARE | CODICE ETICO | NORME REDAZIONALI | CREDITI E CONTATTI

The content of this website is licensed under Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) License