Fiorenza, Antonio

Dizionario biografico dei legionari fiumani provenienti dalla Campania

di Angelantonio Marcello

Nacque a Cancello Arnone (Caserta) il 29 agosto 1898 da Emidio e Consiglia Di Crescenzo. Di professione contadino, alto 1,56 m e di carnagione olivastra, dopo aver partecipato alla Prima guerra mondiale (nel 1917 prestava servizio come caporale al Deposito del 17° reggimento Fanteria, matricola 15999), si arruolò come volontario nelle Milizie fiumane il 12 settembre 1919, assegnato all’VIII Reparto d’assalto della "Legione di Sernaglia", di stanza a Zara e successivamente a Fiume, agli ordini del comandante Pierluigi Pansera, terminando il servizio il 10 gennaio 1921. Partecipò ai combattimenti del Natale di Sangue tra il 24 ed il 29 dicembre 1920 a Fiume, precisamente nel settore della città denominato Torretta, non riportando particolari ferite. Conclusa l’esperienza fiumana, l’11 dicembre 1940 chiese all’Ufficio stralcio Milizie Fiumane il rilascio del certificato attestante la sua appartenenza alle Milizie, mentre poco dopo richiese al Distretto militare di Caserta l’iscrizione a matricola della promozione del grado di caporale e di caporale maggiore, sostenendo di aver ottenuto questi riconoscimenti nel 1919. Il Distretto militare chiese conferma di ciò all’Ufficio stralcio Milizie Fiumane, il quale gli rispose di non avere nessuna prova in merito alle due promozioni e che si riservava pertanto di richiedere ulteriori informazioni a Pierluigi Pansera (ex comandante di Fiorenza), nel frattempo divenuto Segretario federale del Partito nazionale fascista di Piacenza. Probabilmente Fiorenza non dovette ricevere risposte soddisfacenti, dato che nel 1942 presentò la sua istanza anche al Ministero della Guerra, che attraverso il colonnello Pasquale Brienza chiedeva il 9 settembre 1942 all’Associazione Nazionale Combattenti – Federazione del Carnaro di svolgere ulteriori indagini per accertare la veridicità di queste affermazioni. Indagini che non fecero altro che confermare quanto asserito fino ad allora dagli organi istituzionali, poiché il capo ufficio della Federazione quarnarina, il maggiore Manlio Verde Aldrighetti, ribatteva di non avere “alcun elemento positivo di prova per poter convalidare le promozioni a caporale e caporalmaggiore che esso (Fiorenza) dichiara di avere regolarmente conseguite nei Reparti Fiumani, in quanto che non possediamo i ruolini del succitato reparto”. Lo stesso maggiore Aldrighetti tuttavia scrisse che occorreva riconoscere al Fiorenza il grado di caporale, da quest’ultimo detenuto nel suo servizio prestato durante il Primo conflitto mondiale. Ad ogni buon conto l’ex miliziano ricevette la medaglia commemorativa della Marcia su Ronchi, con la motivazione di "avere ben servito la causa e ben meritato della Patria".

Fonti e bibliografia

  • Gardone Riviera (BS), Archivi del Vittoriale degli Italiani, Archivio Fiumano, serie legionari, cartella 74/5096 «Antonio Fiorenza».
  • Renzo De Felice, D’Annunzio politico (1918-1928), Laterza, Roma-Bari 1978.
  • Angelo Del Boca, Il mio Novecento, Neri Pozza, Vicenza 2008.
  • Camera dei Deputati, L’Impresa di Fiume, disponibile online al seguente indirizzo: <https://giovani.camera.it/public/documenti/L%27impresa_di_Fiume.pdf> [URL consultato il 30 giugno 2020].

PAGE CREATED BY ANGELANTONIO MARCELLO | STORIADELLACAMPANIA.IT © 2020

Hinc felix illa Campania est, ab hoc sinu incipiunt vitiferi colles et temulentia nobilis suco per omnis terras incluto, atque (ut vetere dixere) summum Liberi Patris cum Cerere certamen. Hinc Setini et Caecubi protenduntur agri. His iunguntur Falerni, Caleni. Dein consurgunt Massici, Gaurani, Surrentinique montes. Ibi Leburini campi sternuntur et in delicias alicae politur messis. Haec litora fontibus calidis rigantur, praeterque cetera in toto mari conchylio et pisce nobili adnotantur. Nusquam generosior oleae liquor est, hoc quoque certamen humanae voluptatis. Tenuere Osci, Graeci, Umbri, Tusci, Campani.
[Plinius Sen., "Nat. Hist." III, 60]

CLORI%20Botticelli%20header%203.jpg

Dizionario biografico dei legionari fiumani provenienti dalla Campania
Storia della Campania. Risorse in rete per la storia del territorio e del patrimonio culturale
Edizioni CLORI | Firenze | ISBN 978-8894241686 | DOI 10.5281/zenodo.3901238

COME CITARE | CODICE ETICO | NORME REDAZIONALI | CREDITI E CONTATTI

The content of this website is licensed under Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) License